mercoledì 18 settembre 2013

Il mio viaggio a Parigi


Durante le mie vacanze quest'estate sono stata a Parigi, città bellissima, ricca di monumenti, musei e luoghi caratteristici.

Ero già stata a Parigi qualche anno fa, ma non era stata una vacanza che avevo amato molto, forse perché era freddo, nevicava e soprattutto perché non mi ero sentita sicura.

Quest'anno oltre ai classici monumenti e musei che è naturale visitare a Parigi, ci sono state delle cose che mi hanno molto colpita.

Prima fra tutte la tomba di Napoleone, maestosa, bellissima e circondata da un'atmosfera che ti fa ricordare ciò che quest'uomo è stato in grado di fare. Sono rimasta senza fiato, nessun rumore, nessuno schiamazzo eppure la tomba era visitata da molte persone.


Il pendolo di Foucault che si trova al Conservatorio Nazionale di Arti e Mestieri ha attirato la mia attenzione per un po' di minuti, poi mi sono detta che forse sarebbe stato meglio proseguire la visita invece di aspettare che quest'oggetto finisse il suo movimento.



Un tuffo nel passato, osservando da vicino ciò che i miei colleghi scienziati hanno sperimentato e scoperto. Caro Lavoisier che emozione vedere da vicino il tuo laboratorio, è stato stupendo osservare con quali mezzi sei riuscito a tirare fuori la tua grande genialità.


Un'altra mia grande passione, i cavalli. Le armature osservate dal vivo e non in televisione rappresentano qualcosa che mi ha un poco destabilizzata, mi è sembrato di essere in un film eppure tutti quegli oggetti e divise sono state indossate realmente, durante le battaglie.


E per finire naturalmente la vista di Parigi dalla Torre Eiffel, dopo una lunga, lunghissima coda.


Stavolta bilancio super positivo, prossima meta a settembre del prossimo anno. Voglio tornare nella mia amata Sardegna, ormai sono troppi anni che non ci faccio una capatina.

martedì 17 settembre 2013

Torta Sabbiosa alla Maristella


Eccomi di ritorno dalle vacanze,  dal mare e dagli allenamenti in bici. La mia avventura di spinning è iniziata alla grande, con tanta voglia di divertire e divertirsi.  

Rimettermi a preparare cibi e sperimentare nuove ricette è ciò che mi è mancato di più in questi mesi; periodo necessario per pensare e creare variazioni ai piatti e al blog.

Mi sono messa all'opera e ho deciso che avevo bisogno di una reflex e di qualche corso che potesse essermi utile sia per migliore le foto dei miei piatti che il mio blog.

Siamo appena all'inizio di questo periodo impegnativo e con questo primo post sarò in grado di fissare il mio punto di partenza, il primo scalino di una lunga, lunghissima scala che punta sempre più in alto.

Prima ricetta di rientro dalle vacanze con un poco di nostalgia del mare: una deliziosa torta sabbiosa, facile, leggera e adatta ad essere  gustata in qualsiasi momento.  

Per questa torta ho seguito la ricetta presente sul mio libro di cucina Terre nostre.

Il nome mi ricorda ovviamente la sabbia, ho già un po' di nostalgia del mare e oggi sembra proprio che fuori dal mio portone ci sia l'autunno che aspetta di suonare il campanello. Quasi quasi mi metto ad ascoltare un po' di musica.