Visualizzazione post con etichetta Vacanze. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Vacanze. Mostra tutti i post

giovedì 12 novembre 2015

Una pausa a Fieracavalli Verona 2015


Eccomi dopo qualche giorno di assenza!!!

Ho passato due giorni bellissimi a Fieracavalli Verona, uno dei miei tanti sogni, che finalmente si è realizzato.

Adoro i cavalli e quando ero piccola erano i soggetti preferiti dei miei disegni, tanto che sono diventata molto brava ma non nel disegno in generale; la mia ispirazione erano i cavalli.

Da piccola sono potuta andare a cavallo poche volte, ma quando ho raggiunto l'età di diciannove anni con la prima borsa di studio vinta all'Università, mi sono pagata il mio primo corso di equitazione. 


La sensazione che si prova a galoppare in un bosco o lungo la battigia di una spiaggia deserta è veramente unica. Ti senti libera, felice e vorresti che questo momento durasse per sempre; non esiste il trascorrere del tempo. Esisti solo tu e il tuo compagno di viaggio, non ti senti sola perché lui risponde a qualsiasi tuo gesto e se vuoi sentirlo ancor più vicino a te, basta che accarezzi il suo manto caldo. 

Ho passato due giorni intensi, ho visto molte cose e quello che mi è piaciuto di più in assoluto era quello che mi ero posta come obbiettivo di questa nuova esperienza: il cavallo arabo e le gare di salto ad ostacoli. 

Con alcune foto posso sicuramente essere più dettagliata, e condividere con voi la bellezza, la dolcezza, la maestosità di questo animale per me così speciale.

Durante questi giorni ho partecipato al concorso Fieracavalli Reporter per gioco ma la mia foto è stata scelta come la più bella con altre diciannove foto che sono andate a costruire l'album di questo evento favoloso. Che gioia, che felicità sapere che tra le 405 foto che ho scattate, una di queste ha ricevuto un riconoscimento. 

Passo dopo passo voglio rivivere il mio piccolo itinerario.

Il primo padiglione è quello del "Cavallo Arabo" in cui hanno avuto luogo gare di morfologia a livello europeo. Affascinante e regale, il cavallo arabo sa di essere ammirato ed assume atteggiamenti da vero modello. Puledri di un anno, due o tre anni, stalloni e fattrici, vengono presentate dai loro padroni che mostrano verso di loro tutte le attenzioni possibili e immaginabili. 

mercoledì 18 settembre 2013

Il mio viaggio a Parigi


Durante le mie vacanze quest'estate sono stata a Parigi, città bellissima, ricca di monumenti, musei e luoghi caratteristici.

Ero già stata a Parigi qualche anno fa, ma non era stata una vacanza che avevo amato molto, forse perché era freddo, nevicava e soprattutto perché non mi ero sentita sicura.

Quest'anno oltre ai classici monumenti e musei che è naturale visitare a Parigi, ci sono state delle cose che mi hanno molto colpita.

Prima fra tutte la tomba di Napoleone, maestosa, bellissima e circondata da un'atmosfera che ti fa ricordare ciò che quest'uomo è stato in grado di fare. Sono rimasta senza fiato, nessun rumore, nessuno schiamazzo eppure la tomba era visitata da molte persone.


Il pendolo di Foucault che si trova al Conservatorio Nazionale di Arti e Mestieri ha attirato la mia attenzione per un po' di minuti, poi mi sono detta che forse sarebbe stato meglio proseguire la visita invece di aspettare che quest'oggetto finisse il suo movimento.



Un tuffo nel passato, osservando da vicino ciò che i miei colleghi scienziati hanno sperimentato e scoperto. Caro Lavoisier che emozione vedere da vicino il tuo laboratorio, è stato stupendo osservare con quali mezzi sei riuscito a tirare fuori la tua grande genialità.


Un'altra mia grande passione, i cavalli. Le armature osservate dal vivo e non in televisione rappresentano qualcosa che mi ha un poco destabilizzata, mi è sembrato di essere in un film eppure tutti quegli oggetti e divise sono state indossate realmente, durante le battaglie.


E per finire naturalmente la vista di Parigi dalla Torre Eiffel, dopo una lunga, lunghissima coda.


Stavolta bilancio super positivo, prossima meta a settembre del prossimo anno. Voglio tornare nella mia amata Sardegna, ormai sono troppi anni che non ci faccio una capatina.

martedì 2 luglio 2013

Anche il blog va in vacanza


Buongiorno a tutti,

con questo post volevo salutare tutti gli amici che mi seguono e coloro che capiteranno per caso nel mio tanto amato blog.

Ci sono stati altri momenti in cui ho sospeso il blog, presa da problemi personali e altri impegni ed oggi sono qua, perché inizio un periodo non solo di relax distesa su di una spiaggia al mare, ma anche di attività fisica e preparazione oltre che meditazione sull'inizio di una mia nuova esperienza sportiva.

Aggiornerò di rado il mio blog, ma continuerò per quanto possibile a seguire i miei amici food blogger e condividerò sulla mia pagina di fb le ricette e i vostri esperimenti dopo averli letti e commentati.

E' sempre dura scrivere questo genere di post, ma a volte è necessario per far sapere alle persone e a noi stesse che è il poco tempo a nostra disposizione ad impedirci di continuare questa bella esperienza.

A tutti i miei amici auguro delle buone vacanze in attesa di rivederci a settembre.